fbpx

MENU

BIM4D

Developing green and digital skills

for the use of BIM at end-of-life practices

 

 

Progetto Erasmus+ Azione – Partenariati di Cooperazione nell’Istruzione e nella Formazione Professionale.

Identificativo progetto: N. 2023-1-EL01-KA220-VET-000158810

Durata: 24 mesi, da novembre 2023 a ottobre 2025.

Budget: 250.000,00 €.

Coordinatore: PEDMEDE (Greece)

Partner: ISTITUTO PER L’ ISTRUZIONE PROFESSIONALE DEI LAVORATORI EDILI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA (Italy), BERUFSFORDERUNGSWERK DER BAUINDUSTRIE NRW GGMBH (Germany), GOSPODARSKA ZBORNICA SLOVENIJE (Slovenia), CENTRE IFAPME LIEGE HUY VERVIERS ASBL (Belgium), SCUOLA COSTRUZIONI VICENZA ANDREA PALLADIO (Italy)

CONTESTO DI RIFERIMENTO:

Sempre più i temi di efficientamento delle risorse e l’adozione di strumenti necessari all’innovazione dei processi di gestione dei rifiuti sono tra i punti cardini della nuova economia, orientata anche dagli obiettivi che l’Agenda 2030 ha richiesto.

Nel merito l’Economia circolare dalla costruzione alla demolizione fino alla successiva ricostruzione con materiali generati dai rifiuti riciclati sono fasi fondamentali del processo di lavoro per stimolare la crescita del settore.

Un cambiamento quindi verso il riutilizzo sta diventando sempre più necessario e obbligato per ridurre l’eccessiva produzione di rifiuti dell’industria da un lato e la sua pressione sulle risorse naturali dall’altro. Uno degli strumenti che è ampiamente ed è attualmente utilizzato a tal fine è il Building Information Modeling (BIM).

Il BIM può avere diversi utilizzi nella fase di fine vita dell’edificio, quali:

  1. coordinamento 3D basato sul BIM e quantificazione dei materiali per la minimizzazione degli scarti;
  2. analisi dei costi basata sul BIM per migliorare l’efficacia in termini di costi di C&DWM;
  3. LCA basata sul BIM per la valutazione delle prestazioni di sostenibilità;
  4. Pianificazione 4D basata sul BIM per una decostruzione efficiente e la raccolta dei rifiuti in loco.

Per questo motivo il progetto BIM4D affronterà la priorità dell’ambiente e delle sfide per far fronte al cambiamento climatico, la trasformazione digitale attraverso lo sviluppo di capacità legate alle tecnologie digitali e sostenibili.

Il fine ultimo sarà quello di promuovere processi di gestione dei rifiuti più ecologici e digitali per l’edilizia e le imprese di demolizione.

OBIETTIVI:

Sono stati identificati e condivisi con i partner gli obiettivi che il progetto BIM4D intende raggiungere, attraverso azioni specifiche di analisi, formazione e condivisione con le imprese di settore:

  1. Identificare l’uso del BIM nei processi EOL e delle relative esigenze di formazione attraverso la ricerca e lo scambio di informazioni tra gli operatori del settore edile e della demolizione.
  2. Sviluppare competenze digitali e verdi nell’uso del BIM durante i processi di decostruzione per rendere gli operatori della decostruzione più convenienti con le prospettive BIM
  3. Creare alleanze per la digitalizzazione delle pratiche di fine vita e per una gestione sostenibile dei rifiuti.
  4. Sensibilizzare e consentire il passaggio a pratiche più sostenibili nella fase di fine vita.

FASI DEL PROGETTO:

  1. sviluppare relazioni sullo stato attuale dell’uso del BIM, la valutazione dei bisogni sulle attuali esigenze di competenze nell’uso del BIM nelle pratiche EOL attraverso workshop di discussione
  2. sviluppare un manuale e una piattaforma online open source gratuita Moodle per ospitare i corsi di formazione;
  3. realizzare gruppi di discussione sulle politiche nazionali che coinvolgeranno vari stakeholder da tutti i livelli di istruzione e governance e dal settore delle costruzioni e della decostruzione.
  4. sviluppare del Piano di diffusione e utilizzo del BIM4D attraverso il sito web BIM4D, newsletter e la presenza sui social media ed eventi.

RISULTATI ATTESI:

Quindi, attraverso il progetto e alle azioni di analisi delle esigenze dei settori, attività formative e di eventi e del piano di diffusione di BIM4D, si intende:

– Promuovere la comprensione dell’industria in termini di fabbisogno di competenze verso un EOL più sostenibile e digitalizzato.

– Rispondere alle attuali richieste del mercato del lavoro attraverso lo sviluppo di una formazione flessibile e innovativa.

– Migliorare e riqualificare le competenze utilizzando strumenti digitali innovativi per la promozione dell’istruzione e della formazione professionale.

– Costruire una rete per l’attuazione dell’obiettivo europeo dei Green Deals in vista della direttiva quadro sui rifiuti.

Per ulteriori informazioni, contattare: 

Luisa Sileni – luisasileni@edili.com – 051 327605 

I.I.P.L.E. – Istituto Istruzione Professionale Lavoratori Edili della Provincia di Bologna

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter
inserendo i tuoi dati

Copyright © 2022 | abstudio.it – All Rights Reserved

ISCRIZIONI IN CORSO

0
image/svg+xml

Nessuna iscrizione presente.