La sicurezza delle attrezzature a pressione (Direttiva PED) - Corso valido per Aggiornamento ASPP/RSPP

La sicurezza delle attrezzature a pressione (Direttiva PED) - Corso valido per Aggiornamento ASPP/RSPP

Durata:
8 ore + test finale
Destinatari:
Il corso è rivolto ai professionisti che si occupano di sicurezza sul lavoro (RSPP / ASPP /CONSULENTI / RESPONSABILI MANUTENZIONE) e di progettazione nell’ambito impiantistico termotecnico.
Il corso è valido per l’aggiornamento RSPP/ASPP
Attestazione:
Coloro che intendono far valere il corso come aggiornamento ASPP/RSPP devono frequentare il 100% delle lezioni, e superare la prova di verifica finale.
Sede:
Bologna, via del Gomito 7
Periodo:
08 e 15 novembre 2019
Crediti:
Richiesto accreditamento per 8 CFP all’Ordine degli Ingegneri e al Collegio dei Periti Industriali
Obiettivi:
La sicurezza delle attrezzature a pressione è un tipico caso di rischi “altri” rispetto a quelli esplicitamente evidenziati all’interno del D.Lgs. 81/2008. Le attrezzature a pressione essendo attrezzature di lavoro ai sensi del Titolo III Capo I del citato decreto, vengono spesso ignorate in sede di valutazione dei rischi rimandando la valutazione alla generica applicazione di quanto contenuto nei relativi manuali di uso e manutenzione.
L’entrata in vigore della Direttiva 97/23/CE denominata Pressure Equipment Directive (PED), del suo recepimento italiano D.Lgs. 93/2000 e del conseguente regolamento D.M. 329/2004 “Norme per la messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature in pressione e degli insiemi”, introduce alcune novità rilevanti per la gestione delle attrezzature e insiemi a pressione: è necessario in via preliminare eseguire un censimento delle stesse con relativa classificazione, indispensabile per una corretta programmazione delle manutenzioni e delle verifiche periodiche in conformità agli obblighi di legge. La corretta applicazione della normativa vigente risulti, a distanza di 15 anni, ancora non così scontata: la gestione delle attrezzature pre-PED (non ancora classificate dal costruttore), la corretta istruzione delle pratiche per la messa in servizio di nuovi impianti (modulistica INAIL e requisiti documentali), l’individuazione delle corrette periodicità di verifica a cui sottoporre le attrezzature facenti parti di cicli produttivi o in ambito “civile” sono i dubbi più ricorrenti nei professionisti
Il corso ha come scopo quello di evidenziare gli aspetti più significativi contenuti nel testo del D.M. 329/04 (“Norme per la messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature a pressione e degli insiemi”). La finalità del corso è fornire una serie di competenze di base ai professionisti che si occupano di sicurezza e progettazione di impianti; un valido supporto per quanto riguarda gli elementi tecnici e i riferimenti normativi (D.Lgs 81/08, Circolari INAIL, Linee Guida) che permettano la gestione della sicurezza delle attrezzature in pressione
Contenuti:
1. Conoscere la normativa di riferimento:
D.M 329/2004; artt. 9, 70, 71 e allegato VII del D.Lgs 81/08.
Le principali fonti secondarie: circolari ISPESL / INAIL.
La modulistica per istruire una pratica di verifica/dichiarazione di messa in servizio
2. Sapere classificare un attrezzatura/insieme a pressione a partire dalla dichiarazione di conformità o un’attrezzatura pre-PED dal Libretto di Costruzione
La documentazione e la certificazione riguardante le attrezzature/insiemi a pressione (dichiarazione di conformità CE).
La corretta periodicità di verifica e la tipologia delle verifiche periodiche
La documentazione da richiedere all’acquisto di una attrezzatura in prospettiva delle future verifiche periodiche di integrità.
Test Finale
Relatore/i:
Fabrizio Roveri, Stefano Piredda

Fabrizio Roveri:
Laureato in Tecniche della Prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (2006) e in
Scienze delle Professioni Sanitarie della Prevenzione (2018) presso l'Università di Bologna. Dal 2008 lavora
come Tecnico della Prevenzione presso l'Unità Operativa Impiantistica Antinfortunistica del Dipartimento di
Sanità Pubblica dell'AUSL di Bologna e si occupa di verifiche periodiche sulla sicurezza di impianti (civili e
industriali) di riscaldamento e in pressione. Formatore qualificato in materia di salute e sicurezza sul lavoro
(2015) in qualità di docente partecipa a corsi di formazione su tematiche di sicurezza degli impianti di
riscaldamento e in pressione.

Stefano Piredda:
Laureato in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio – Geotecnologie presso l’Università
di Bologna. Dal 2010 lavora come collaboratore tecnico presso U.O. Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti
di Lavoro del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'AUSL di Bologna ed in particolare si occupa di: vigilanza
presso i cantieri della Variante di Valico, partecipa alla stesura delle Note Interregionali Emilia Romagna-
Toscana di ingegneria della sicurezza nelle grandi opere infrastrutturali e alla loro proposta di Linea Guida
Nazionali.
Dal 2017, presso l'U.O Impiantistica Antinfortunistica del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'AUSL di
Bologna si occupa di verifiche periodiche di attrezzature ed insiemi in pressione. Formatore qualificato in
materia di salute e sicurezza sul lavoro (2015). Membro della commissione di esami per il rilascio della
patente per la conduzione dei generatori di vapore.
Quota:
- Euro 150,00+IVA per dipendenti e titolari di imprese, con dipendenti operai, iscritte alle casse edili di Bologna e provincia, per liberi professionisti iscritti all’Ordine degli Ingegneri
- Euro 180,00+IVA per liberi professionisti iscritti all’Ordine degli Architetti, al Collegio Geometri, al Collegio dei Periti Industriali e al Collegio dei Periti Agrari
- Euro 200,00 +IVA per Altri
Date edizioni:

Prova

   70 anni dal 1947

  • Language

I TUOI CORSI

  • 0 articoli nel carrello